Donare un po' del tuo tempo ad Univoc Bologna aiuta l'integrazione dei disabili visivi ed accresce le tue esperienze personali!

"IL VOLONTARIATO COLORA LA VITA"

In questi momenti così poco forieri di buone notizie, il nostro augurio Ë che davvero si riesca a rivolgere maggiore attenzione al mondo del volontariato.
C'è bisogno di giovani attivi, di tante mani che s'intrecciano.
C'è bisogno di solidarietà, di mettersi in gioco per l'altro, di mettersi al servizio degli altri.
Speriamo che quest'anno sia un anno di crescita e di riflessione per arrivare ad aprirsi sempre più verso l'altro. Un altro bisognoso ma che se conosciuto bene Ë capace anche di donare qualcosa.

Un interessante spunto di riflessione per tutti, con particolare riferimento a chi, nella pubblica amministrazione, è chiamato a Servire i cittadini.

Ci impegnamo a continuare la nostra collaborazione con tutte le forze sociali e le istituzioni, mettendo a disposizione le nostre competenze e la gratuità della nostra azione sociale.
Ci impegnamo a sensibilizzare tutti i cittadini, anche attraverso nuovi stili di vita, a costruire un nuovo modello di sviluppo sociale, culturale ed economico.

E ancora: Il nostro appello si rivolge a tutti, in particolare ai giovani, per costruire una cultura in cui i valori del dono, della gratuità, della fratellanza, dell'uguaglianza e della solidarietà divengano bene comune e fondamento della nostra vita sociale.

Sottolineamo il forte valore che dono, gratuità e solidariet‡ hanno per la costruzione della nostra società, oggi come in passato:
Ci impegnamo ad affermarli per affrontare le sfide etiche, prima ancora che economiche e sociali, che il Paese ha di fronte.

Il volontariato arricchisce il capitale umano e sociale di chi lo pratica e di chi lo riceve, rafforza il senso di appartenenza e coesione alla società e favorisce comportamenti positivi per la stessa crescita economica.

Senza il volontariato non andiamo da nessuna parte, aggiungendo che in questo momento di particolare difficoltà del nostro Paese, abbiamo bisogno di persone che siano in grado di assumersi le proprie responsabilità, come fanno ogni giorno i volontari.

Il volontariato e il terzo settore

I volontari, con tutte le loro forze, rappresentano un investimento da sostenere, perchè sono in grado di moltiplicare le risorse a loro disposizione e di tradurle in atti e presenze concrete ed efficaci.
Sta in questo la forte spinta a superare la crisi, attraverso la proposizione di nuovi modelli sociali, basati sulla solidarietà, la creatività, la responsabilità personale e collettiva.

Crediamo che il volontariato goda di una grandissima fiducia da parte degli italiani e debba continuare ad alimentare il proprio senso di responsabilità, per essere in grado di rispondere anche alle emergenze.

Evidenziamo come il volontariato italiano, che ha radici profonde nella nostra storia, sia un'esperienza unica nel panorama europeo, da valorizzare e riconoscere in quanto diritto alla solidarietà.

Le ultime da U.N.VO.C. Bologna

Buone feste da U.N.I.VO.C.

Carissimi,
anche quest'anno siamo arrivati alle festività che segnano come sempre la fine di un anno e l'inizio di uno nuovo. Come al solito è tempo di bilanci e in
questo periodo tutti ci interroghiamo sul trascorso e sul futuro che dovremo affrontare.
La mia speranza è che nonostante i tanti problemi di questi giorni che ci riempiono di tristezza e preoccupazione per il futuro, voi possiate attraverso
la magia del Natale ritrovare un pò di serenità in più che vi possa far guardare al nuovo anno che è alle porte con rinnovato entusiasmo, ma più di tutto

Corso base per l’apprendimento e l’uso di iPhone per persone disabili della vista

"Unione Nazionale Italiana Volontari Pro Ciechi
Sezione Provinciale di Bologna
Sede Legale e Operativa
Via dell’Oro, 1 – 40124 Bologna
Tel / Fax 051.334.967
Sito: www.univocbologna.it

Cari amici,
nell’ambito delle attività per l’anno 2015 volte alla raccolta fondi per l’associazione, abbiamo in animo di organizzare un corso rivolto a ciechi ed ipovedenti di avviamento all’uso dell’iPhone della Apple.

TOUR NEL CUORE VERDE D’ ITALIA: L’UMBRIA.

Cari amici,
Abbiamo il piacere di organizzare per Voi per il mese di Maggio 2015:

TOUR NEL CUORE VERDE D’ ITALIA: L’UMBRIA.

Prima di intraprendere l’organizzazione del viaggio, tenuto conto del notevole impegno che ciò comporta, desideriamo sottoporvi il programma nella speranza di incontrare il favore: vostro e di coloro che vorrete coinvolgere in questa divertente ed interessante iniziativa.
Siamo a vostra disposizione per informazioni ed approfondimenti. Vi aspettiamo numerosi.

Sedie a rotelle e montascale a casa "Potete buttarli", spreco nelle Asl

ROMA. Una sedia a rotelle con più funzioni, un montascale a cingoli con relativa carrozzina, un'altra sedia a rotelle per muoversi in casa, due materassi anti-decubito con relativo compressore, un misuratore dell'ossigeno nel sangue, scatoloni di sondini, filtri e tanto altro: «Dalla morte di mio marito, ai primi di novembre», denuncia Laura Fallica, «non faccio che chiamare la Asl RmA per chiedere di riconsegnare il materiale affidatoci, costoso e richiesto in coro da altri assistiti».

L'indispensabile revisione del sistema di accertamento

di Carlo Giacobini

Se si valuta nel senso dell’efficacia e dell’efficienza – prima ancora che della scientificità o dei diritti umani – l’attuale sistema di accesso, riconoscimento e certificazione della condizione di disabilità, le conclusioni sono davvero desolanti. Vediamo dunque perché, dati alla mano, ridisegnare tale sistema, ponendo al centro i diritti sociali e umani, può rappresentare l’occasione di un’intelligente spending review, oltreché un lungimirante investimento sulle persone e sulla loro reale inclusione

Franco Bettoni eletto alla guida della Fand

Franco Bettoni, presidente nazionale Anmil (Onlus che rappresenta i mutilati e gli invalidi del lavoro da oltre 70 anni e che conta più di 400mila associati), è stato eletto oggi all’unanimità quale presidente della Fand - la Federazione tra le associazioni di disabili che raccoglie Anmil, Anmic, Ens, Uic, Unms, Anglat e Arpa - che rappresenta circa 5 milioni di persone con disabilità iscritte alle varie associazioni oltre ai loro familiari.

Nordcorea, disertore denuncia: "Esperimenti sui disabili prima di lasciarli morire"

COREA DEL NORD. Vengono considerati una macchia per l'immagine del paese e un'"umiliazione" per il regime al potere. Per questo la Corea del Nord effettua sistematicamente una "pulizia", facendo letteralmente sparire le persone con disabilità fisiche o mentali. E' quanto denuncia Ji Seong-ho, un rifugiato nordcoreano 32enne, fuggito da Pyongyang dopo aver perso in un incidente la gamba e la mano sinistra.

Pagine