Donare un po' del tuo tempo ad Univoc Bologna aiuta l'integrazione dei disabili visivi ed accresce le tue esperienze personali!

"IL VOLONTARIATO COLORA LA VITA"

In questi momenti così poco forieri di buone notizie, il nostro augurio Ë che davvero si riesca a rivolgere maggiore attenzione al mondo del volontariato.
C'è bisogno di giovani attivi, di tante mani che s'intrecciano.
C'è bisogno di solidarietà, di mettersi in gioco per l'altro, di mettersi al servizio degli altri.
Speriamo che quest'anno sia un anno di crescita e di riflessione per arrivare ad aprirsi sempre più verso l'altro. Un altro bisognoso ma che se conosciuto bene Ë capace anche di donare qualcosa.

Un interessante spunto di riflessione per tutti, con particolare riferimento a chi, nella pubblica amministrazione, è chiamato a Servire i cittadini.

Ci impegnamo a continuare la nostra collaborazione con tutte le forze sociali e le istituzioni, mettendo a disposizione le nostre competenze e la gratuità della nostra azione sociale.
Ci impegnamo a sensibilizzare tutti i cittadini, anche attraverso nuovi stili di vita, a costruire un nuovo modello di sviluppo sociale, culturale ed economico.

E ancora: Il nostro appello si rivolge a tutti, in particolare ai giovani, per costruire una cultura in cui i valori del dono, della gratuità, della fratellanza, dell'uguaglianza e della solidarietà divengano bene comune e fondamento della nostra vita sociale.

Sottolineamo il forte valore che dono, gratuità e solidariet‡ hanno per la costruzione della nostra società, oggi come in passato:
Ci impegnamo ad affermarli per affrontare le sfide etiche, prima ancora che economiche e sociali, che il Paese ha di fronte.

Il volontariato arricchisce il capitale umano e sociale di chi lo pratica e di chi lo riceve, rafforza il senso di appartenenza e coesione alla società e favorisce comportamenti positivi per la stessa crescita economica.

Senza il volontariato non andiamo da nessuna parte, aggiungendo che in questo momento di particolare difficoltà del nostro Paese, abbiamo bisogno di persone che siano in grado di assumersi le proprie responsabilità, come fanno ogni giorno i volontari.

Il volontariato e il terzo settore

I volontari, con tutte le loro forze, rappresentano un investimento da sostenere, perchè sono in grado di moltiplicare le risorse a loro disposizione e di tradurle in atti e presenze concrete ed efficaci.
Sta in questo la forte spinta a superare la crisi, attraverso la proposizione di nuovi modelli sociali, basati sulla solidarietà, la creatività, la responsabilità personale e collettiva.

Crediamo che il volontariato goda di una grandissima fiducia da parte degli italiani e debba continuare ad alimentare il proprio senso di responsabilità, per essere in grado di rispondere anche alle emergenze.

Evidenziamo come il volontariato italiano, che ha radici profonde nella nostra storia, sia un'esperienza unica nel panorama europeo, da valorizzare e riconoscere in quanto diritto alla solidarietà.

Le ultime da U.N.VO.C. Bologna

Torino, il Consiglio di Stato dà ragione ai ciechi

TORINO. Problema: in tempi di tagli di bilancio e welfare ridimensionato, come fa l’amministrazione comunale di una grande città a garantire un servizio di trasporto accessibile e gratuito alle persone con disabilità motorie e sensoriali che usano i mezzi pubblici per andare a scuola o a lavoro? La soluzione ancora non c’è, ma una cosa è certa: non si può discriminare tra ciechi e disabili motori. Se la coperta è corta, è corta per tutti. E uno che non vede non può essere penalizzato rispetto ad uno che non cammina.

ISEE: che succederà dopo quelle Sentenze

L’11 febbraio scorso il Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) del Lazio ha accolto, pur parzialmente, tre ricorsi presentati contro il Decreto del Presidente del Consiglio (DPCM) 159/13 e cioè il Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE), ciò che riguarda milioni di cittadini italiani, in quanto l’ISEE stesso viene richiesto per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate, ovvero a tutti i servizi o gli aiuti economici rivolti a situazioni di bisogno o necessità (ad esempi

Cieco ma campione: "Non tenete i vostri figli sotto una campana"

SONDRIO. La sua esperienza raccontata nella mediateca «Una trasferta che sarà un'esperienza tutta sua» La prima volta che ha iniziato ad allenarsi veramente e a maturare nella mente il desiderio di fare qualcosa di grande nel judo ha deciso di vendere la play station per comprarsi dei pesi con cui fare esercizio. Pesi che, poi, ha messo a disposizione anche degli altri ragazzi dell'associazione, in modo che tutti possano trarne beneficio, in base a quello spirito per cui lo sport deve essere per tutti.

Intrusi dentro casa,una app permetteanche ai sordidi difendersi

ANCONA. Dagli SMS alle mail dirette alle centrali operative delle questure di tutte le Marche: salto di qualità per aiutare la popolazione sorda del nostro territorio. Ne è passata di acqua sotto i ponti dal lontano 2008, quando la questura di Ancona, grazie al lavoro profuso dal vicequestore aggiunto Cinzia Nicolini, partiva in esclusiva per l'Italia col progetto degli sms. Ieri è stata presentata un'importante novità che presto sarà operativa su tutto il territorio regionale.

Pagine