Donare un po' del tuo tempo ad Univoc Bologna aiuta l'integrazione dei disabili visivi ed accresce le tue esperienze personali!

"IL VOLONTARIATO COLORA LA VITA"

In questi momenti così poco forieri di buone notizie, il nostro augurio Ë che davvero si riesca a rivolgere maggiore attenzione al mondo del volontariato.
C'è bisogno di giovani attivi, di tante mani che s'intrecciano.
C'è bisogno di solidarietà, di mettersi in gioco per l'altro, di mettersi al servizio degli altri.
Speriamo che quest'anno sia un anno di crescita e di riflessione per arrivare ad aprirsi sempre più verso l'altro. Un altro bisognoso ma che se conosciuto bene Ë capace anche di donare qualcosa.

Un interessante spunto di riflessione per tutti, con particolare riferimento a chi, nella pubblica amministrazione, è chiamato a Servire i cittadini.

Ci impegnamo a continuare la nostra collaborazione con tutte le forze sociali e le istituzioni, mettendo a disposizione le nostre competenze e la gratuità della nostra azione sociale.
Ci impegnamo a sensibilizzare tutti i cittadini, anche attraverso nuovi stili di vita, a costruire un nuovo modello di sviluppo sociale, culturale ed economico.

E ancora: Il nostro appello si rivolge a tutti, in particolare ai giovani, per costruire una cultura in cui i valori del dono, della gratuità, della fratellanza, dell'uguaglianza e della solidarietà divengano bene comune e fondamento della nostra vita sociale.

Sottolineamo il forte valore che dono, gratuità e solidariet‡ hanno per la costruzione della nostra società, oggi come in passato:
Ci impegnamo ad affermarli per affrontare le sfide etiche, prima ancora che economiche e sociali, che il Paese ha di fronte.

Il volontariato arricchisce il capitale umano e sociale di chi lo pratica e di chi lo riceve, rafforza il senso di appartenenza e coesione alla società e favorisce comportamenti positivi per la stessa crescita economica.

Senza il volontariato non andiamo da nessuna parte, aggiungendo che in questo momento di particolare difficoltà del nostro Paese, abbiamo bisogno di persone che siano in grado di assumersi le proprie responsabilità, come fanno ogni giorno i volontari.

Il volontariato e il terzo settore

I volontari, con tutte le loro forze, rappresentano un investimento da sostenere, perchè sono in grado di moltiplicare le risorse a loro disposizione e di tradurle in atti e presenze concrete ed efficaci.
Sta in questo la forte spinta a superare la crisi, attraverso la proposizione di nuovi modelli sociali, basati sulla solidarietà, la creatività, la responsabilità personale e collettiva.

Crediamo che il volontariato goda di una grandissima fiducia da parte degli italiani e debba continuare ad alimentare il proprio senso di responsabilità, per essere in grado di rispondere anche alle emergenze.

Evidenziamo come il volontariato italiano, che ha radici profonde nella nostra storia, sia un'esperienza unica nel panorama europeo, da valorizzare e riconoscere in quanto diritto alla solidarietà.

Le ultime da U.N.VO.C. Bologna

Universal design: quando concepire una casa per tutti diventa anche letteratura

Quante volte, dovendo lottare quotidianamente con una disabilità, dobbiamo fare i conti con delle location non consone a chi vive determinate problematiche?

Quante volte dobbiamo scontrarci con progettisti e/o operatori del settore per fare capire loro quanto sia importante lo spazio abitativo che dobbiamo vivere ogni giorno?

Cantierone a Bologna: storia di un servizio che funziona quasi sconosciuto ai più!

Come in molti sapranno, Bologna, in questo 2015, è letteralmente stravolta, a livello di urbanistica, dai lavori legati ai cantieri BoBo.

In questi mesi si sono sprecate notizie, articoli, e chi più ne ha più ne metta, in merito al disagio che questa enorme opera di restyling del capoluogo felsineo sta causando alla mobilità in città, senza dimenticare cosa può significare per chi, proprio con la mobilità, deve vedersela con problematiche legate ad una disabilità.

Univoc Bologna cerca volontari anche per l'estate in città!

Il periodo estivo, anche per questo 2015, è alle porte ed UniVoc Bologna vuole richiedere il vostro aiuto per le eventuali richieste di servizi per quest'estate.

Proprio il periodo più vacanziero dell'anno, infatti, può risultare il più complesso per la nostra associazione la quale, come è ovvio che sia, si ritrova con un numero minore di unità da poter mettere a disposizione per coloro i quali avessero necessità di accompagnamenti e/o altri servizi.

Partira' dalla scuola il Centro "Franco Bomprezzi" di Milano

Quale modo migliore per avviare all’insegna della concretezza le attività di un Centro Antidiscriminazione, se non presentando i primi risultati della campagna “Voglio andare a scuola!” e mettendosi al fianco delle famiglie, per far rispettare i diritti dei loro figli? È quanto accadrà il 25 giugno a Milano, con l’inaugurazione, da parte della Federazione LEDHA, del Centro Antidiscriminazione dedicato a chi – Franco Bomprezzi appunto – fu fino alla sua scomparsa il direttore responsabile del nostro giornale.

Sindrome di Down: la corteccia cerebrale risulta piu spessa in varie regioni del cervello

Lo spessore della corteccia cerebrale potrebbe essere un elemento ‘chiave’ per comprendere meglio lo sviluppo cerebrale nelle persone con sindrome di Down: lo afferma uno studio scientifico condotto dalla Drexel University, che ha individuato nel maggiore spessore della corteccia cerebrale dei bambini con sindrome di Down un segno distintivo di questa sindrome. Lo studio è stato pubblicato su Cerebral Cortex.

Pagine