Donare un po' del tuo tempo ad Univoc Bologna aiuta l'integrazione dei disabili visivi ed accresce le tue esperienze personali!

"IL VOLONTARIATO COLORA LA VITA"

In questi momenti così poco forieri di buone notizie, il nostro augurio Ë che davvero si riesca a rivolgere maggiore attenzione al mondo del volontariato.
C'è bisogno di giovani attivi, di tante mani che s'intrecciano.
C'è bisogno di solidarietà, di mettersi in gioco per l'altro, di mettersi al servizio degli altri.
Speriamo che quest'anno sia un anno di crescita e di riflessione per arrivare ad aprirsi sempre più verso l'altro. Un altro bisognoso ma che se conosciuto bene Ë capace anche di donare qualcosa.

Un interessante spunto di riflessione per tutti, con particolare riferimento a chi, nella pubblica amministrazione, è chiamato a Servire i cittadini.

Ci impegnamo a continuare la nostra collaborazione con tutte le forze sociali e le istituzioni, mettendo a disposizione le nostre competenze e la gratuità della nostra azione sociale.
Ci impegnamo a sensibilizzare tutti i cittadini, anche attraverso nuovi stili di vita, a costruire un nuovo modello di sviluppo sociale, culturale ed economico.

E ancora: Il nostro appello si rivolge a tutti, in particolare ai giovani, per costruire una cultura in cui i valori del dono, della gratuità, della fratellanza, dell'uguaglianza e della solidarietà divengano bene comune e fondamento della nostra vita sociale.

Sottolineamo il forte valore che dono, gratuità e solidariet‡ hanno per la costruzione della nostra società, oggi come in passato:
Ci impegnamo ad affermarli per affrontare le sfide etiche, prima ancora che economiche e sociali, che il Paese ha di fronte.

Il volontariato arricchisce il capitale umano e sociale di chi lo pratica e di chi lo riceve, rafforza il senso di appartenenza e coesione alla società e favorisce comportamenti positivi per la stessa crescita economica.

Senza il volontariato non andiamo da nessuna parte, aggiungendo che in questo momento di particolare difficoltà del nostro Paese, abbiamo bisogno di persone che siano in grado di assumersi le proprie responsabilità, come fanno ogni giorno i volontari.

Il volontariato e il terzo settore

I volontari, con tutte le loro forze, rappresentano un investimento da sostenere, perchè sono in grado di moltiplicare le risorse a loro disposizione e di tradurle in atti e presenze concrete ed efficaci.
Sta in questo la forte spinta a superare la crisi, attraverso la proposizione di nuovi modelli sociali, basati sulla solidarietà, la creatività, la responsabilità personale e collettiva.

Crediamo che il volontariato goda di una grandissima fiducia da parte degli italiani e debba continuare ad alimentare il proprio senso di responsabilità, per essere in grado di rispondere anche alle emergenze.

Evidenziamo come il volontariato italiano, che ha radici profonde nella nostra storia, sia un'esperienza unica nel panorama europeo, da valorizzare e riconoscere in quanto diritto alla solidarietà.

Le ultime da U.N.VO.C. Bologna

Corso base per l’apprendimento e l’uso di iPhone per persone disabili della vista

"Unione Nazionale Italiana Volontari Pro Ciechi
Sezione Provinciale di Bologna
Sede Legale e Operativa
Via dell’Oro, 1 – 40124 Bologna
Tel / Fax 051.334.967
Sito: www.univocbologna.it

Cari amici,
nell’ambito delle attività per l’anno 2015 volte alla raccolta fondi per l’associazione, abbiamo in animo di organizzare un corso rivolto a ciechi ed ipovedenti di avviamento all’uso dell’iPhone della Apple.

TOUR NEL CUORE VERDE D’ ITALIA: L’UMBRIA.

Cari amici,
Abbiamo il piacere di organizzare per Voi per il mese di Maggio 2015:

TOUR NEL CUORE VERDE D’ ITALIA: L’UMBRIA.

Prima di intraprendere l’organizzazione del viaggio, tenuto conto del notevole impegno che ciò comporta, desideriamo sottoporvi il programma nella speranza di incontrare il favore: vostro e di coloro che vorrete coinvolgere in questa divertente ed interessante iniziativa.
Siamo a vostra disposizione per informazioni ed approfondimenti. Vi aspettiamo numerosi.

Redattore Sociale del 22-10-2014

Nella relazione sulla gestione degli interventi, in primo piano la riduzione dei finanziamenti: dai 14 milioni del 2008 all'azzeramento dal 2012 in poi. "Scarso controllo centrale su Provveditorati interregionali". Interventi soprattutto su caserme e sedi militari. Positivo impegno del Mibact: oltre 2 milioni spesi, progetti per disabili nel 34% dei siti.

Manovra: disabilita', le parole e i fatti

di Toni Nocchetti

Adesso è tutto più chiaro. Purtroppo. Durante la scoppiettante presentazione della manovra di stabilità, lo ammetto, ho sperato di trovare nascosta tra le righe colorate, qualche parolina che potesse fugare i miei dubbi.
Ho cercato di immaginare quanto nelle giornate precedenti il lavoro di Renzi e del suo staff di governo fosse stato difficile e quanto potesse/dovesse tenere in considerazione lo stato di abbandono della disabilità nel nostro Paese.

28 ottobre ore 16.00, Radio Oltre:workshop - ios 8

L'Istituto dei ciechi "F. Cavazza" di Bologna trasmetterà, martedì 28 ottobre 2014, dalle 16 alle 17.30, in diretta dagli studi di Radio Oltre, un piccolo workshop dedicato al nuovo sistema operativo per i dispositivi mobili di casa Apple.
Si tratta del primo di una serie di eventi, organizzati dall’Ausilioteca Augusto Romagnoli dell’Istituto Cavazza ed imperniati attorno al mondo dell’informatica dedicata alla disabilità visiva.

Tagli alla disabilità: FISH chiama Renzi

COMUNICATO STAMPA

ISTAT certifica che in Italia la spesa sociale per la disabilità è inferiore di mezzo punto di PIL rispetto alla media UE di 2,1%. In Italia la spesa pro capite è di 423 euro l’anno: la media UE è di 536. In Germania se ne spendono 277 in più, in Croazia 100. Il divario rispetto alla UE è di circa 8 miliardi di euro. Se osserviamo gli effetti pratici ciò significa esclusione sociale, marginalità, impoverimento progressivo delle persone con disabilità e dei loro familiari che spesso sono gli unici caregiver, in un’assenza di politiche certe e strutturate.

Pagine